Due poesie d’amore

Fosse almeno l’anno 1993

Fosse almeno quel terribile,
per l’umiliazione a nulla paragonabile,
anno 1993
quando non avevamo nient’altro
che l’un l’altro.
 
Magari fosse ancora quel terribile,
quel tante volte maledetto anno 1993!
 
Avrei ancora cinque anni pieni
da poterti guardare
e da tenerti per mano!

(Luglio 1998).

***

Quei due abbracciati

Quei due abbracciati sulla riva del Reno a Gotthlieben
potevamo essere anche tu ed io,
ma noi due non passeggeremo mai più
su nessuna riva abbracciati.
Vieni, passeggiamo almeno in questa poesia.

(2000)


Sono due poesie che il poeta Izet Sarajlić ha dedicato alla moglie Mikica, morta pochissimo tempo dopo la fine della guerra nell’ex Jugoslavia, stremata per aver resistito con Izet al lunghissimo assedio della loro città, Sarajevo. Altre poesie qui.

(la foto mi sa che non c’entra niente, l’ho trovata per caso cercando senza esito una vera foto della coppia protagonista di questa storia d’amore; ma era bella e l’ho messa uguale)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...