Poesie per la quarantena / 12

Inf._26,_Anonimo_fiorentino,_Il_naufragio_della_nave_di_Ulisse,_1390-1400_ca.Domani è il Dantedì, il giorno di Dante Alighieri, e a mezzogiorno tante scuole di tutta Italia lo celebreranno leggendo e commentando il XXVI canto dell’Inferno. Lo farà anche la mia scuola (diretta Facebook alle ore 12.00 qui). Per cui la poesia per la quarantena di oggi sono questi versi qui:

«”O frati,” dissi, “che per cento milia
perigli siete giunti a l’occidente,
a questa tanto picciola vigilia

d’i nostri sensi ch’è del rimanente
non vogliate negar l’esperïenza,
di retro al sol, del mondo sanza gente.

Considerate la vostra semenza:
fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza”.»

Da: Dante Alighieri, Inferno, XXVI, 112-120.

Foto: Anonimo, Naufragio della nave di Ulisse (da Wikipedia).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...