A fagiuolo.

Ecco un bel consiglio di lettura. Tempestivo, diciamo.

Amerigo, lui, aveva imparato che in politica i cambiamenti avvengono per vie lunghe e complicate, e non c’è da aspettarseli da un giorno all’altro, come per un giro di fortuna; anche per lui, come per tanti, farsi un’esperienza aveva voluto dire diventare un poco pessimista.

D’altro canto, c’era sempre la morale che bisogna continuare a fare quanto si può, giorno per giorno; nella politica come in tutto il resto della vita, per chi non è un balordo, contano quei due principi lì: non farsi mai troppe illusioni e non smetter di credere che ogni cosa che fai potrà servire.

àrmavirùmque…

Ascoltare gli esametri di Virgilio recitati da quest’uomo è davvero un piacere. Direi quasi (lo dico? ma sì, lo dico!) che è ancora meglio di quando legge la Divina Commedia.

Per chi volesse, qui si trovano i link per scaricare l’integrale, detto a Mantova tanti anni fa, e che io ascoltavo alla radio, la sera tardi, nel periodo in cui preparavo con fatica e piacere l’esame di latino all’università.

Da qualche parte credo di avere anche le audiocassette…