Sciovinismo all’incontrario

A questo giro è andata così: le tre emozioni più grandi che mi riporto a casa dal passaggio parigino sono tutte e tre legate all’Italia.

La prima è stata l’andare alla tomba di Piero Gobetti a Père-Lachaise, che l’altra volta non avevo trovato:

IMG_3400

 

 

La seconda è stata guardare a lungo gli occhi vuoti di questa donna così triste e così bella:

IMG_3438

La terza, non serve scriverla qui.

 

2 pensieri su “Sciovinismo all’incontrario

  1. Père Laschaise: un luogo in cui ritorno spesso anche io, nelle mie fughe a Parigi… da un po’ di tempo a questa parte trovo soprattutto lì la eco di quell’Europa in cui ho (abbiamo?) creduto: dal muro dei comunardi, al settore ebraico, a quello armeno, russo ecc.

    Mi piace

    • Anche io ho avuto questa sensazione. Ma ritrovare il proprio mondo, le cose in cui abbiamo creduto, in un cimitero, di per sé non credo sia una bella cosa… Io però cerco di non farmi prendere dalla nostalgia, e provo a trovare tracce di bellezza e di speranza anche nei quartieri pieni di colori e profumi lì intorno, dalle parti di Belleville…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...